USD Real Forte dei Marmi Querceta | Serie D, Real Forte Querceta 0-0 Forlì
3420
post-template-default,single,single-post,postid-3420,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Serie D, Real Forte Querceta 0-0 Forlì

Serie D, Real Forte Querceta 0-0 Forlì

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Del Dotto, Ricci T., Bartolini, Maccabruni (45’ Centonze), Bechini, Meucci (88’ Della Pina), Amico, Di Paola, Grassi, Pecci (52’ Bellucci). A disp.: Gagliardi, Salini C., Ricci F., Lazzoni, Belluomini, Gargani. All.: Bonuccelli.

FORLÌ: Ravaioli, Pezzi, Scalini (87’ Borrelli), Ronchi, Pera © (71’ Longobardi), Rrapaj, Gkertsos, Fabbri, Buonocunto (71’ Manara), Malandrino (71’ Longo), Ballardini E. A disp.: Stella, Piva, Casadei, Capitanio, Amaducci. All.: Graffiedi.

TERNA ARBITRALE: Ghinelli (Roma 2), De Simone (Roma 1), D’Ottavio (Roma 2).

AMMONITI: Ricci T., Buonocunto, Di Paola, Scalini, Grassi, Bellucci.

ESPULSI: 78’ Bonuccelli (doppia ammonizione)

NOTE: 61’ Adornato para calcio di rigore a Pera.

 

Termina a reti bianche la sfida del “Necchi-Balloni” tra la squadra di Vitaliano Bonuccelli e il Forlì, incontro senza reti siglate ma tutt’altro che privo di emozioni. Se nel primo tempo soltanto il calcio di punizione di Grassi scalda gli animi sotto la pioggia battente, nella ripresa succede di tutto, dal palo colpito a botta sicura da parte di Ballardini all’evidente calcio di rigore negato dall’arbitro Ghinelli per l’intervento di Pezzi su Amico. Intanto lo stesso direttore assegna al quarto d’ora il penalty ai romagnoli per fallo di mano di Bechini, ma dagli undici metri Adornato neutralizza la conclusione di Pera. Nel prosieguo di gara ci provano Bartolini per i locali, Longobardi e Gkertsos per gli ospiti, mentre le polemiche all’indirizzo della direzione arbitrale non si attenuano né in tribuna né sul terreno di gioco, dove a farne le spese è mister Bonuccelli, espulso per doppia ammonizione. Un punto a testa al triplice fischio, utile in chiave classifica, in attesa che la sosta al campionato possa restituirne il volto completo, ormai alle porte della volata finale.