USD Real Forte dei Marmi Querceta | Non basta il risveglio Real finale, passa la Sammaurese
1999
post-template-default,single,single-post,postid-1999,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Non basta il risveglio Real finale, passa la Sammaurese

Non basta il risveglio Real finale, passa la Sammaurese

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Maccabruni (70’ Meucci), Maffini, Lazzarini, Del Dotto (80’ Contipelli), Guidi ©, Mariani F. (80’ Aquilante), Amico (65’ Giani), Di Paola, Doveri (83’ Baracchini), Pegollo. A disp.: Balestri, Bellandi, Bertoni, Bonati. All.: Amoroso.

SAMMAURESE: Maniglio, Gurini, Nicoli, Palmese (90’+2’ Della Vedova), Palmese, Scarponi © (72’ Guatieri), Cianci, Pasquini, Lombardi (50’ Patrignani), Manuzzi (79’ Sabba), Jassey, Mantovani (80’ Rrasa). A disp.: Golinucci, Chiwisa, Camara, Zavatta. All.: Protti.

TERNA ARBITRALE: Recchia (Brindisi), Chiarillo (Moliterno), Cardinali (Perugia).

RETI: Lombardi (8’), Gurini (18’), Pasquini (23’), Guidi (50’ rig.), Manuzzi (69’ rig.), Lazzarini (89’), Di Paola (90’+1’).

AMMONITI: Adornato, Lazzarini, Amico, Di Paola, Meucci; Palmese, Lombardi.

ESPULSI: Contipelli (90’+5’).

 

Nel primo appuntamento casalingo a porte aperte da un anno, tre mesi e tre settimane a questa parte il Real Forte Querceta viene superato dalla Sammaurese, formazione romagnola già aritmeticamente salva che nei primi venticinque minuti è cinica quanto basta per imporre un pesante 0-3. La formazione locale pecca di lucidità e soprattutto di fantasia in avanti, mentre le energie paiono evaporare sotto il cocente sole versiliese. Così Amoroso attende l’intervallo per ricompattare i suoi, confermando anche in avvio di ripresa l’undici titolare, che accorcia immediatamente le distanze con Guidi, infallibile dal dischetto. I padroni di casa acquisiscono fiducia, anche grazie all’avanzamento di posizione di Doveri a supporto delle due punte, ma la beffa è servita al 69’, quando Manuzzi cade sul contrasto con Maffini in area di rigore e l’arbitro Recchia concede il penalty, realizzato con uno splendido pallonetto dallo stesso bomber giallorosso, che raggiunge quota 20 reti stagionali e infiocchetta una giornata che lo aveva già visto protagonista con due assist. Incassato il colpo, i versiliesi non reagiscono in maniera del tutto omogenea, la Sammaurese protegge il risultato e così i ritmi calano per poi riaccendersi allo scadere, quando prima Lazzarini viene dimenticato in area di rigore e insacca su assist di Aquilante, poi è Di Paola ad approfittare dell’errore del portiere Maniglio per insaccare da posizione defilata un pallonetto sopraffino con l’aiuto del palo più lontano. La gara quindi si infuoca ma la Sammaurese resiste per gli ultimi giri d’orologio, anzi i locali rimangono pure in dieci per un fallo eccessivamente vigoroso commesso da Contipelli. Seconda sconfitta consecutiva al triplice fischio per Guidi e compagni, che però possono uscire dal campo meno amareggiati dal risultato di quanto pareva maturare a gara in corso. Non una prestazione indimenticabile, dunque, ma una reazione si è registrata, le individualità sono cresciute nella ripresa e l’apporto dei giovani subentrati dalla panchina è risultato di primaria importanza, oltre al classe 1984 là davanti, Francesco Di Paola, che ha approfittato dell’ultima occasione della gara, a recupero già decretato, per siglare il gol numero 192 nel campionato di Serie D, valsogli l’agganciamento al quinto posto dei marcatori di tutti i tempi del massimo campionato dilettantistico.