USD Real Forte dei Marmi Querceta | Stop esterno per il Real FQ
1819
post-template-default,single,single-post,postid-1819,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Stop esterno per il Real FQ

Stop esterno per il Real FQ

CORTICELLA: Costantino, Salvaterra, Busi, Cosner (56’ Fort), Sabbioni, Zaffagnini © (68’ Monnolo), Bouabre (70’ Girotti), Guidi M., Grazhdani, Parlanti (77’ Albonetti), Giannini (77’ Pescatore). A disp.: Garoia, Vespignani, Cortesi, Nanetti. All.: Benuzzi.

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Maccabruni, Bertoni (45’ Meucci), Lazzarini (72’ Aquilante), Bonati (77’ Del Dotto), Guidi N. ©, Mariani F., Amico (83’ Bellandi), Giani, Doveri, Baracchini. A disp.: Balestri, Contipelli, Gargani, Ferri, Seriani. All.: Amoroso.

TERNA ARBITRALE: Cappai (Cagliari), Chianese (Napoli), Ferraro (Frattamaggiore).

RETI: Grazhdani (11’), Parlanti (14’), Baracchini (73’).

AMMONITI: Parlanti, Girotti; Maccabruni, Lazzarini, Amico.

 

Dopo una settimana di stop causa recuperi, il Real Forte Querceta torna in campo a Bologna, nel rione di Corticella, contro i locali che fine gara saranno matematicamente retrocessi in Eccellenza, in virtù del pareggio maturato tra Seravezza Pozzi e Sasso Marconi. Questo però non è certo un deterrente a danno della competitività e dell’agonismo profuso nella sfida, sbloccata in avvio grazie a due cross di Salvaterra dalla destra, che prima premia l’incornata di Grazhdani e poi trova Parlanti. Considerato il parziale, i locali compattano il 4-3-3 in 4-1-4-1, al fine di schermare la propria area di rigore dalle iniziative avversarie. Giocare in mezzo al campo risulta spesso difficile, considerata peraltro l’indisponibilità della coppia d’attacco pesante, così le azioni pericolose scarseggiano nella prima frazione di gioco. Sventata qualche occasione del frizzante 2003 Bouabre nella ripresa, affidato al neoentrato Meucci sulla corsia esterna, Amoroso riallinea i suoi impostando il rombo a centrocampo, allora Baracchini impegna prima il portiere al 66’ mentre al 73’ infila all’incrocio il cross di Mariani. Il finale si gioca in una sola metà campo, ma una formazione ampiamente abbottonata da Benuzzi è brava e fortunata a resistere sino al triplice fischio, passando per la molteplice occasione dell’87’, quando Baracchini si avventa su una respinta in tuffo di Costantino ma Fort si oppone, dopodiché lo stesso 2002 non riesce a calciare, altrettanto fa Doveri e infine Aquilante spreca dal limite dell’area. Vittoria amara, dunque, per i bolognesi comunque retrocessi, mentre non hanno di questi pensieri i bianconerazzurri, impegnati a onorare al meglio questo campionato, nonostante adesso si complichi l’idea play-off.