USD Real Forte dei Marmi Querceta | Ottimo punto, il Real FQ frena il Fiorenzuola
1799
post-template-default,single,single-post,postid-1799,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Ottimo punto, il Real FQ frena il Fiorenzuola

Ottimo punto, il Real FQ frena il Fiorenzuola

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Maccabruni, Maffini (85’ Bertoni), Lazzarini, Del Dotto (62’ Contipelli), Guidi ©, Mariani F., Amico (74’ Biagini), Di Paola, Giani (52’ Baracchini), Pegollo. A disp.: Balestri, Gargani, Aquilante, Meucci, Bellandi. All.: Amoroso.

FIORENZUOLA 1922: Battaiola (59’ Ghidetti), Olivera (70’ Carrara), Guglieri ©, Colantonio (69’ Arrondini), Cavalli, Ferri, Hathaway (59’ Michelotto), Stronati, Oneto, Bruschi, Esposito. A disp.: Facchini, Marmiroli, Parenti, Colleoni, Saia. All.: Tabbiani.

TERNA ARBITRALE: Campobasso (Formia), Taverna (Bergamo), Asciamprener Rainieri (Milano).

RETI: Giani (47’), Bruschi (74’).

AMMONITI: Maccabruni, Lazzarini, Di Paola, Pegollo, Contipelli; Guglieri, Carrara.

 

Nell’ultima domenica di maggio in campo la squadra di Amoroso ospita il Fiorenzuola, che torna in campo dopo oltre un mese di stop e con due gare asteriscate. La partita è scandita dalla rapida successione di occasioni rossonere, che talvolta impegnano Adornato agli straordinari, soprattutto su Esposito e Oneto, mentre sulla punizione di Ferri deve chiedere aiuto alla traversa. Ma, a dispetto degli highlights, la formazione locale non sfodera una prestazione modesta, anzi tanta corsa e aggressività, a cui si aggiunge l’opportunismo di Giani nel fulminare Battaiola in avvio di ripresa. Sorpresa freddamente, la squadra piacentina stenta ad archiviare il colpo e rischia il tracollo, di conseguenza la gara sale di intensità e agonismo. Un compatto Real Forte Querceta difende tutto ciò che può e Adornato sicuramente non può nulla sulla traiettoria perfetta disegnata da Bruschi su calcio di punizione. La rete galvanizza gli ospiti, che ci provano fino alla fine, ma Adornato è insuperabile, la linea difensiva capitanata da uno stoico Guidi morde il qualitativo reparto offensivo rinforzato dagli inserimenti di Michelotto e Arrondini, sugli esterni si corre a perdifiato e gli innesti danno ossigeno, mentre davanti Di Paola lotta contro il mondo. Dopo tre minuti di recupero, poi prolungati a cinque, il Real Forte Querceta porta a casa un sudato punto, che sa di impresa ma anche di merito, sulla la strada verso il futuro in questo finale di stagione.