USD Real Forte dei Marmi Querceta | Sette minuti fatali in Emilia a un compatto Real Forte Querceta
1651
post-template-default,single,single-post,postid-1651,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Sette minuti fatali in Emilia a un compatto Real Forte Querceta

Sette minuti fatali in Emilia a un compatto Real Forte Querceta

LENTIGIONE CALCIO: Cheli, Dodi, Agyemang (88’ Scanu), Scalini, Zagnoni ©, Tarantino (87’ Rossini), Piccinini, Martino (74’ Bouhali), Tozzi (72’ Altinier), Staiti, Barranca (82’ Caprioni). A disp.: Sorzi, Galanti, Botturi, Canrossi. All.: Notari.

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Maccabruni, Maffini, Lazzarini (66’ Bellandi), Bonati, Guidi ©, Amico, Mariani F. (88’ Aquilante), Pegollo (62’ Giani), Doveri (66’ Biagini), Baracchini (88’ Seriani). A disp.: Balestri, Ussia, Fortunati, Bani. All.: Amoroso.

TERNA ARBITRALE: Di Tomasi (Lecce), Dellasanta (Trieste), Nigri (Trieste).

RETI: Dodi (54’), Barranca (58’), Tozzi (61’).

AMMONITI: Tarantino; Maccabruni, Bonati, Doveri, Biagini.

 

Nel cuore dell’estenuante tour de force il Real Forte Querceta si presenta a Sorbolo, località parmense casa del Lentigione di Notari. Chiamata molto difficile per la formazione di Christian Amoroso, alle prese con fatica, indisponibilità e soprattutto le squalifiche di Del Dotto e Di Paola. Così il tecnico pisano ripropone in avanti il 2002 Baracchini, in coppia con Pegollo, terminali offensivi del 3-5-2 da opporre al pesante attacco emiliano.

Come da previsione, i locali spingono fin da subito, in primis su calcio d’angolo, e se prima Mariani salva su Zannoni al 20’ è la traversa a opporsi al capitano. Il primo tempo si regge sull’equilibrio grazie alla compatta prestazione versiliese, ma indiscusso merito va ad Adornato tra i pali, decisivo per ben due volte a tu per tu con Tozzi, oltre che sulla ripartenza di Barranca al 26’. Il guizzo più interessante degli ospiti giunge soltanto nel finale di tempo, quando Baracchini si libera dell’esperto Tarantino a ridosso dell’area di rigore prima di calciare, ma il tiro si spegne alto. Nel corso della ripresa non succede granché se non per il blitz gialloblù in appena sette minuti, scarica fulminea fatale ai ragazzi di Amoroso. Il muro del Real crolla quindi al 54’, quando Tozzi cerca di servire nel cuore dell’area versiliese Barranca, che però scivola, ma Maccabruni sbaglia il disimpegno e la controversa azione si conclude con la deviazione vincente di Dodi sul tiro di Staiti, tanto quanto basta per sbloccare la gara. Galvanizzata, la formazione emiliana approfitta del momento di difficoltà avversario per dilagare quattro minuti più tardi grazie ai colpi di Barranca, innescato da Tarantino, e di Tozzi, che al 61’ chiude i giochi ribadendo in rete l’incornata di Staiti respinta dalla traversa. Dunque risultato frutto dell’elettrizzante sprint emiliano, ma l’imperativo in casa Real Forte Querceta rimane analizzare attentamente la gara per raccogliere quanto di buono si è evidenziato in campo, in vista dei prossimi appuntamenti di settimana, a partire dalla lunga trasferta di San Mauro Pascoli.