USD Real Forte dei Marmi Querceta | Dolce Epifania: primi 3 punti per il Real Forte Querceta
1522
post-template-default,single,single-post,postid-1522,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Dolce Epifania: primi 3 punti per il Real Forte Querceta

Dolce Epifania: primi 3 punti per il Real Forte Querceta

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Del Dotto, Bertoni, Lazzarini, Maccabruni, Guidi, Mariani (51’ Maffini), Biagini ©, Di Paola, Doveri (73’ Amico), Pegollo. A disp.: Balestri, Ussia, Baracchini, Bani, Seriani, Bianchi, Ballani. All.: Amoroso.

MARIGNANESE CATTOLICA 1923: Guido Piai, Bajic, Palazzi (88’ Docente), Manuzzi, Nodari, Gaiola ©, Rizzitelli, Sow, Zanni (71’ Larosa), Merlonghi, Garavini. A disp.: Mariani, Gioia, Pierantozzi, Fabbri, Terenzi, Ferri, Moricoli. All.: Lilli.

TERNA ARBITRALE: Leotta (Acireale), Caldarola (Asti), Tuccillo (Pinerolo).

RETI: Di Paola (81’).

AMMONITI: Di Paola, Doveri; Zanni.

 

Comincia nel migliore dei modi il 2021 del Real Forte Querceta, che riparte dal “Necchi-Balloni” e dal gol di Di Paola. Di fronte, la Marignanese Cattolica di mister Lilli, anche se il ruolo di protagonista indiscusso del mercoledì di Epifania va alla gelida pioggia mista a nevischio, che ha irrigidito le temperature e soprattutto appesantito il manto erboso. Così il canovaccio si scrive su lanci lunghi, palle inattive e colpi di testa, a partire dalla spizzata di Guidi sulla punizione tagliente del debuttante Mariani, sulla quale Guido Piai deve alzare sopra la traversa. La riposta romagnola arriva pochi minuti più tardi, quando Nodari sale in avanti e dal cuore dell’area di rigore fa tremare la parte interna della traversa. L’ultimo squillo del primo tempo arriva sugli sviluppi di un corner dell’incaricato Zanni, la palla carambola sul secondo palo a portiere battuto ma l’incornata di Bajic pecca di precisione. Ancora dalla bandierina la prima e unica grande occasione ospite nella ripresa e stavolta serve l’istinto di Adornato per disinnescare Nodari. Dopodiché si prende la scena l’uomo-partita: il fango sporca il completo candido ma non occorre leggere il numero per riconoscerlo… è quello dell’attaccante, quello del bomber: numero 9, come i minuti interposti tra cronometro e scadere quando decide di apporre la propria firma alla gara, non prima di essere andato a sbattere però contro portiere una volta e, poco dopo, pure la traversa. Pareggiato il conto dei legni in campo, tuttavia, Di Paola si arma di mestiere e pragmatismo per passare sulla pressione avversaria e infine bucare le mani a Guido Piai. Al termine dei due minuti di recupero, il direttore di gara non può che decretare il primo, meritato successo dei bianconerazzurri. Dunque calza dolce per Biagini e compagni, che ritrovano la vittoria al “Necchi-Balloni” dopo oltre un anno e inaugurano al meglio questo mese di gennaio, in vista del complicato impegno domenicale ad Agliana.

 

Michele Marianelli