USD Real Forte dei Marmi Querceta | Successo in extremis a Bagnolo
1411
post-template-default,single,single-post,postid-1411,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Successo in extremis a Bagnolo

Successo in extremis a Bagnolo

BAGNOLESE: Auregli, Capiluppi (33’ Cocconi), Madhbhi, Pane, Bertozzini, Scappi, Cuoghi (84’ Montali), Faye, Formato, Leonardi (66’ Tzvetkov), Calabretti. A disp.: Cavazzoli, Notari, Marani, Silipo, Riccelli, Viani. All.: Gallicchio.

REAL FORTE QUERCETA: Adornato, Del Dotto, Maffini, Lazzarini (73’ Bellandi), Bonati, Guidi, Maccabruni, Biagini ©, Di Paola, Doveri, Giani (61’ Pegollo). A disp.: Balestri, Bianchi, Baracchini, Bani, Pagliai, Amico, Ballani. All.: Amoroso.

TERNA ARBITRALE: Kovacevic (Arco Riva), Della Mea (Udine), Madzovski (Bolzano).

RETI: Pegollo (90’+3’).

AMMONITI: Pane, Coughi, Formato; Guidi.

 

Dopo i due stop consecutivi, ricomincia nel migliore dei modi il campionato del Real Forte Querceta, che passa nel recupero sul campo della Bagnolese.

Nonostante la visibile voglia di riscatto, le due formazioni arrancano nel trovare occasioni concrete, al punto che nel primo tempo soltanto lo spunto di Formato regala emozioni allo stadio “Fratelli Campari”. I bianconerazzurri si avvicinano alla porta soltanto in apertura di ripresa, grazie a due calci di punizione da posizione appetitosa, ma né Guidi prima né Biagini poi centrano lo specchio. Deve mettersi in luce allora proprio Guidi, che al 56′ mira dalla lunga distanza, carica il destro e spara un colpo che mette i brividi ad Auregli tra i pali, anche se a tremare è soprattutto la traversa, immolatasi per salvare i padroni di casa.

A un giro d’orologio dal 90′ si rifanno vivi i locali grazie al calcio di punizione di Scappi, a lato non di molto. Ma nel recupero ecco l’episodio che riscrive il finale di una gara destinata allo 0-0: Di Paola scatta in avanti, semina il panico nella metà campo avversaria per poi essere intercettato da Bertozzini soltanto in area di rigore; nel frattempo sopraggiunge Pegollo, che prima si fa respingere il tiro, infine di testa stacca più alto di tutti e appoggia in rete la palla che vale i tre punti, mentre la panchina si riversa in campo per festeggiare.

Vittoria sofferta ma meritata, perfetta iniezione di fiducia in vista del duplice impegno casalingo della settimana a venire, a partire dal recupero di mercoledì pomeriggio contro il Mezzolara.