USD Real Forte dei Marmi Querceta | Parola a Gabriele Ulivi
975
post-template-default,single,single-post,postid-975,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Parola a Gabriele Ulivi

Parola a Gabriele Ulivi

Le dichiarazioni di Gabriele Ulivi, confermato Direttore Sportivo del Real Forte Querceta per la terza stagione consecutiva: “Per quanto riguarda la continuità del progetto, tengo a premettere che le restrizioni economiche non hanno influito in alcun modo sulla conferma dello staff, che nella scorsa stagione ha dato ampie garanzie di serietà e competenza, e che pertanto già prima del lockdown avevamo deciso all’unanimità di mantenere pressoché in blocco. Inoltre, compatibilmente con la nostra condizione economica, abbiamo fatto tutto ciò che intendevamo fare, senza ripiegare su seconde scelte o seguire situazioni forzate. Personalmente la squadra mi piace e in definitiva siamo molto soddisfatti di quanto abbiamo allestito, nonostante manchi ancora qualcosa, ma avremo modo di valutarlo con calma strada facendo”.

“Andiamo incontro a una stagione particolare, con un protocollo da rispettare, anche se considerato quanto successo ritengo sia il minimo”, prosegue Ulivi. “Ciascuno di noi può e deve mantenere alta l’attenzione, affinché possiamo svolgere le attività nella massima sicurezza. Intanto la possibilità di giocare davanti al proprio pubblico è un passo importante, nella speranza che tutto prosegua per il meglio.”

Infine sulla ripartenza, in programma lunedì 17 agosto: “Si respirano grande voglia ed entusiasmo per l’inizio della preparazione, nell’attesa di conoscere il nostro girone. Dando un’occhiata alle altre squadre toscane, quella che doveva essere una stagione di ridimensionamento credo proporrà invece un campionato molto molto impegnativo, in virtù degli importanti investimenti economici visti fin qui. Se saremo inseriti in un girone ‘toscano’, dovremo prepararci mentalmente, perché sarà davvero duro”.