USD Real Forte dei Marmi Querceta | Un punto a testa per Vado e Real Forte Querceta
505
post-template-default,single,single-post,postid-505,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1300,hide_top_bar_on_mobile_header,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive
 

Un punto a testa per Vado e Real Forte Querceta

VADO: Illiante, Ferrara, Dagnino, Scannapieco, Castaldo ©, Fossati, Tomasini (Gallo dal 73’), Marmiroli (Redaelli dall’87’), Alessi (Piu dal 72’), Gagliardi (Oubakent dal 75’), Piacentini. A disp.: Vasoli, Puddu, Aurelio, Alberto, Costantini. All.: Tarabotto.

REAL FORTE QUERCETA: Manfredi, Giovanelli, Bertoni (Carlucci dall’84’), Biagini ©, Tognarelli, Guidi, Maffini, Lazzarini (Belluomini dal 69’), Falchini (Fantini dall’86’), Doveri (Amico dal 75’), Di Paola. A disp.: De Carlo, Credendino, Minichino, Baldassari, Fazzini. All.: Amoroso.

TERNA ARBITRALE: Vacca (Saronno), Cardona (Catania), Lo Calio (Seregno).

RETI: Castaldo (77’); Di Paola (59’).

AMMONITI: Castaldo; Bertoni, Biagini, Amoroso.

 

Comincia con un punto guadagnato il campionato del nuovo Real Forte Querceta di mister Amoroso, che al “Ferruccio Chittolina” di Vado pareggia 1-1.

In un primo tempo piuttosto equilibrato, sono gli ospiti a partire con il piede giusto, anche se le occasioni maggiori capitano tra i piedi dei padroni di casa: al 21′ nella metà campo avversaria Dagnino ha spazio davanti a sé, allora progredisce palla al piede e da fuori tenta un diagonale, parato a terra da Manfredi; alla mezz’ora altra occasione rossoblù, stavolta è il siluro di Gagliardi che riceve l’attenzione dello stadio, ma il portiere è attento e devia sopra la traversa.

Nella ripresa sono i bianconerazzurri invece a premere maggiormente sull’acceleratore e già dopo tre minuti, sugli sviluppi di un cross, Lazzarini lambisce il palo con un colpo da fuori; complice una deviazione, l’arbitro indica la bandierina e cross di Biagini pesca Guidi sul secondo palo, che impatta di testa ma spara sull’esterno. Per il gol bisogna attendere il minuto 59, in occasione della verticalizzazione di Biagini per Di Paola: il bomber ponsacchino alza la testa e, nonostante la notevole distanza, carica il destro e gonfia la rete, per poi lasciarsi andare all’esultanza rabbiosa davanti alla tribuna, rinfacciando ai tifosi locali le numerose offese ricevute nel corso della gara. Sull’onda dell’entusiasmo il forcing ospite continua a dare i propri frutti anche nei minuti successivi e accende gli animi, in particolare quando al 64’ Falchini raccoglie un lancio e lanciato a rete si inventa un pallonetto, troppo alto però. Poco più tardi un’altra occasione firmata Real e non sfruttata a dovere, stavolta da Di Paola con un colpo di testa a raccogliere un cross dalla sinistra, al quale non ha saputo dare la giusta angolazione. Così la partita rimane aperta e Biagini e compagni ne pagano i conti al 77’: a sbloccare gli ospiti serve un calcio di punizione dalla destra causato da Bertoni (pure ammonito nell’occasione), trasformato in gol dal colpo di testa di capitan Castaldo. Rinvigoriti dal pareggio ritrovato, nel finale gli uomini di Tarabotto prendono in mano il pallino del gioco, riuscendo pure a schiacciare la stanca formazione versiliana, ma al termine dei quattro minuti di recupero le squadre tornano negli spogliatoi con un punto a testa.

Dunque un buon pareggio esterno per il Real Forte Querceta, che si gode il primo risultato utile nella seconda gara ufficiale di stagione, dopo l’amara sconfitta di Coppa Italia contro la Lucchese.

Adesso un giorno di riposo e da martedì tutti di nuovo a lavoro, agli ordini di mister Amoroso, per preparare la sfida casalinga di domenica prossima contro il Bra.

 

Michele Marianelli